Chi siamo

Sostienici donando il tuo 5x1000

Cari amici,

oggi vogliamo mostrarvi la seconda fase dello studio della ceramica.

 

Cosa succede dopo aver lavato i cocci e rimosso tutti i residui di terra?

Ebbene si lasciano asciugare al sole, esattamente come si fa con i panni! Cambia soltanto il supporto: i cocci vengono generalmente distesi sopra delle griglie di ferro, ben separati l’uno dall’altro, ma mantenendo ben distinti i sacchetti di ciascuna unità stratigrafica.

Dopo qualche ora di sole, quando i frammenti appaiono uniformemente asciugati, si procede con una prima divisione – e quanto meno preliminare – in macro fasi cronologiche.

 

A contribuire a questo momento così delicato della suddivisione della ceramica, nel nostro laboratorio di Festos ci sono diversi archeologi, ognuno dei quali specializzato in un determinato periodo cronologico: neolitico, minoico e miceneo, geometrico e arcaico, classico e romano.

Ed è la combinazione di tutte queste figure che rende il nostro lavoro unico, che ci porta ad un costante confronto, sul piano scientifico e personale, ma soprattutto rende il nostro team un ingranaggio perfettamente oliato. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *